Arrosto di tacchino con peperoni, more e Aceto Balsamico IGP Bordeaux

DA PROVARE!

Mi capitava spesso di reagire alle idee di Marco con iniziale reticenza, quasi fossero fuori dal comune, poi con il tempo ho cominciato ad accogliere i pensieri, le idee un po’ folli come possibilità effettive.

Con il tempo ho iniziando ad abbandonarmi fiduciosa, lasciandomi trasportare, riflettendo sul fatto che sono state proprio quelle sue scintille di follia a farmi innamorare di lui.

Così, dopo la lunga chiusura dell’annus horribilis, mi sono fatta guidare verso “un viaggio gastronomico in Emilia: andiamo a trovare persone, mangiare e bere BENE e scoprire qualche realtà gastronomica di alto livello, vedere un’acetaia, come si fa il Culatello e il Parmigiano”.

L’ho lasciato fare. “Forse ne abbiamo proprio bisogno”, ho pensato.

Mi sono ritrovata in macchina con una valigia abbastanza scarna, una gran fame e una frizzante (quanto illusoria) sensazione di libertà. Direzione? Acetaia La Bonissima.

Arrosto di tacchino con peperoni, more e Aceto Balsamico IGP Bordeaux

Sono entrata in punta di piedi in quel giorno caldissimo di agosto 2020 e mi sono ritrovata davanti Donatella, un sorriso accogliente e un’eleganza spontanea che ci hanno accompagnato per tutta la visita all’acetaia con relativa degustazione guidata sugli aceti e nel “piccolo aperitivo” che ha allestito per noi insieme a Franco, suo marito.

Ci siamo sentiti accolti come al pranzo della domenica in famiglia e dopo un paio d’ore di scoperte bellissime sul mondo dell’aceto (lo sapevate che il capitale immobilizzato principale sono i barili di invecchiamento del mosto d’uva cotto?) siamo ripartiti con la pancia piena e la promessa di ritornare.

Per iniziare questo viaggio all’insegna della dolce acidità del Balsamico, ho pensato di proporvi un’insalata estiva ricca di colori, come piace a me e, spero anche a voi.

Insalata di arrosto di tacchino e aceto balsamico IGP Bordeaux

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO

  1. Accendere il forno in modalità grill e tagliare i peperoni in 4 spicchi grandi privandoli delle parti bianche e dei semi interni. Disporli in una teglia ricoperta di carta forno e cuocere per 30 minuti sulla parte alta del forno finchè la pelle non sarà ben bruciacchiata.
  2. Con l’aiuto di una pinza, prelevare gli spicchi di peperoni e trasferirli all’interno di un sacchetto di plastica o carta. Chiudere il sacchetto e lasciar riposare 30 minuti, trascorsi i quali, si potranno spellare senza difficoltà (facendo sempre attenzione a non scottarsi!).
  3. Nel frattempo, grigliare le zucchine in padella oppure utilizzando una bistecchiera.
    Per cuocere bene le zucchine, consiglio di tagliarle con la mandolina considerando uno spessore di 3 mm circa e impiegando una fonte di calore media-forte.
    Condire e mettere da parte.
  4. Durante la cottura dei peperoni, procedere alla sigillatura della fesa di tacchino.
    Con uno spago, legare la fesa inserendo anche i rami del rosmarino.
    Massaggiare con dell’olio tutta la carne e passare in padella calda la fesa su tutti i lati fino a formare una leggera crostictina marrone. Appoggiare la carne su una teglia rivestita di carta forno.
  5. Infornare la carne DOPO aver terminato la cottura dei peperoni e mettere in modalità statico a 140* per 60 minuti. Se si è in possesso di un termometro da cucina, verificare che la temperatura al cuore della fesa abbia raggiunto i 68°. Terminata la cottura lasciare raffreddare completamente prima di affettare.[Nel caso vogliate cuocere con Fresco utilizzando la funzione di cottura lenta a bassa temperatura fate così: inserire in Fresco già preriscaldato a 75° e cuocere per 3 ore usando la sonda e impostando l’abbattimento automatico per 90 minuti]
  6. Affettare delle fette spesse di fesa arrosta e cubettarle. Condire poi a piacere con spezie, aromi oppure un buon olio extra vergine.
  7. Preparare i piatti disponendo una manciata di valeriana, adagiare i peperoni spellati e tagliati a striscioline o cubetti, le zucchine tagliate a pezzetti, le more e terminare con la dadolata di tacchino arrosto.
  8. Condire con sale, pepe, olio extravergine delicato e Aceto Balsamico di Modena IGP Bordeaux La Bonissima.

    Questo aceto, che fa parte della linea “le Classiche”, ha un’acidità equilibrata e non troppo pungente, un gusto rotondo che termina in una nota dolce persistente che ben si adatta ad accompagnare verdure dolci come il peperone e si controbilancia bene all’acidità e alla dolcezza delle more mature.

    Insalata di arrosto di tacchino e aceto balsamico IGP Bordeaux

    Il Viaggio è appena cominciato: scopriremo insieme i diversi aceti di questa acetaia a conduzione familiare che custodisce con passione, energia e grande maestria la tradizione sapiente della lavorazione dei mosti d’uva.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

ULTIME RICETTE

- Advertisement -spot_img

More Recipes Like This