Pain aux raisins: girelle francesi alla crema e uvetta

DA PROVARE!

Pasta fillo e fave

E' la prima volta che preparo le fave e uso la pasta fillo. Per questo motivo ho deciso di chiamare questa ricetta "pasta fillo...

Pane al burro d’aglio – Garlic bread

Povero aglio, questo bulbo dell'estate, bistrattato da tutti per il suo infausto profumo causato da un piccolo e non-innoquo enzima: la alliinase, che trasforma...

Meringa, mirtilli e lime

Come promesso e anticipato in Instagram (@anginthekitchen seguitemi!!), vi riporto la ricetta della crostata meringata con la crema pasticcera al lime.La dedico alla mia...

Bundt cake alla carota, mandorla e pesca

Avete anche voi qualche problemino a far mangiare la frutta e la verdura ai vostri piccoletti? Vi risolvo un piccolo problema. Un...

In questo ultimo giorno di ferie, oltre a ripensare alle cadute con lo snowboard, mi è venuto in mente di fare i pain aux raisins ripendando alle vacanze di quest’estate a Isle-sur-la-Sorge dove ho assaggiato queste girelle goduriose piene di crema e uvetta al rum! Ho cercato e provato un po’ di ricette ma quella che mi ha dato maggior soddisfazione l’ho presa qui, ho apportato qualche modifica ed ecco la mia versione! Con queste dosi son venuti fuori 25 girelle e un po’ di brioches sfogliate che ho poi congelato.

INGREDIENTI

Pain aux raisins

  • 600 gr di farina Manitoba
  • 3 cucchiaini di sale
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 25 gr di lievito di birra (1 cubetto)
  • 350 ml di latte tiepido
  • 160 gr di burro di ottima qualità a temperatura ambiente
  • 100 gr di uva sultanina
  • 70 ml di rum (o altro liquore, io ho usato Vecchia Romagna)
  • 1 uovo per spennellare

Crema pasticcera

  • 3 tuorli
  • 300 ml di latte intero
  • 90 gr di zucchero
  • 20 gr di farina 00

PROCEDIMENTO

Impasto di base

  1. Mettere a mollo l’uva sultanina con il rum. Nel frattempo mettere in planetaria e mescolare insieme farina, zucchero e sale.
  2. Sciogliere il cubetto di lievito nel latte tiepido e versare in planetaria impastando con il gancio per 10 minuti finchè l’impasto non sarà liscio e leggermenete appiccicoso.
  3. Lasciar lievitare per 3 ore e mezza in forno con luce accesa.

IMG_1696[1] IMG_1700[1]

Crema pasticcera

  1. Portare a bollore il latte. Nel frattempo lavorare con una frusta i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema; aggiungere la farina setacciata e continuare ad amalgamare.
  2. Versare lentamente il composto al latte in ebollizione. Attendere che il composto riprenda il bollore e, in seguito, mescolare energicamente con una frusta per mezzo minuto a fuoco basso.
  3. Coprire la casseruola con della pellicola facendola aderire alla superficie della crema stessa e lasciar raffreddare.

Sfogliatura

  1. Riprendere l’impasto e stenderlo su un piano ben infarinato formando un rettangolo.
  2. Prendere il burro a t.a. e dividerlo in 4 parti uguali (1x ogni sfogliatura). Mescolarlo fino a renderlo “a pomata” e spalmarlo su tutta la superficie del rettangolo con l’aiuto di una spatola di acciaio tipo francesina.
  3. Prendere il lato sinistro e piegarlo verso il lato destro fino a coprire 2/3 del rettangolo.
  4. Piegare il lato destro verso il sinistro e stendere leggermente con il mattarello in alto e in basso.
  5. Piegare il lato in alto verso quello in basso fino a coprire i 2/3 del rettangolo e fare lo stesso con il lato basso.
  6. Formare un panetto, spolverare con un po’ di farina, ricoprire con la pellicola e mettere in frigo per 15 minuti.
  7. Ripetere questa operazione altre 3 volte. Niente paura: ecco sotto il procedimento riepilogato:

IMG_1889[1]

Formatura

  1. Infarinare sempre il piano sennò si appiccica tutto. Stendere l’impasto formando un rettangolo.
  2. Riprendere la crema pasticcera, strizzare l’uvetta e aggiungerla alla crema.
  3. Stendere la crema su tutta la superficie e avvolgere sul lato lungo (otterrete più girelle) formando un rotolo.
  4. Affettare il rotolo con un coltello ben affilato o con filo interdentale creando delle girelle di 2 cm di spessore.
  5. Adagiare su carta da forno a silpat ben distanziate e lasciare lievitare per circa 1 ora.
  6. Sbattere un uovo con un cucchiaio di zucchero e pennellare le girelle. Riepilogo sotto tutti i passaggi!
  7. Infornare a 170° gradi per 16 minuti. Se avete più teglie ci vorrà qualche minuti in più. Le girelle saranno cotte quanto saranno dorate in superficie e, provando a girarle, il fondo sarà leggermente dorato.RSPP5915[1]

Io ne ho prodotte una discreta quantità perchè poi le congelo e quando ne ho voglia le tosto direttamente da congelate nel tostapane e sono una bomba di energia oltre ad una piacevolissima coccola insieme ad un cappuccino il sabato mattina! Ah! Con l’impasto avanzato ho fatto anche delle brioches: tagliare la pasta in triangoli e avvolgerli su se stessi partendo dalla base, lasciar lievitare e infornare come le girelle. PROVATELE!

IMG_1895[1]

Previous articleGingerbread!
Next articleRed Velvet Cupcake

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIME RICETTE

Torta all’uva nera e sambuco

Eccoci arrivati al tempo dell'estate che ci apre alle porte dell'autunno: la vendemmia. Ricordo la vendemmia come un rito di ritrovo famigliare emozionante: i "grandi"...

Pane al burro d’aglio – Garlic bread

Povero aglio, questo bulbo dell'estate, bistrattato da tutti per il suo infausto profumo causato da un piccolo e non-innoquo enzima: la alliinase, che trasforma...

Crema di yogurt alla vaniglia, pesche al forno e amaretti

Siamo a settembre ma siamo ancora in estate. Questa è una certezza su cui non si può discutere. Allora è giunta l'ora di utilizzare ancora...

Crostone di pane, fichi, caprino e miele

Settembre mi fa sempre pensare a due cose: la vendemmia e i fichi che raccoglievo dall'alberto del vicino di casa mentre i miei genitori...

Involtini di pasta fillo, zucchine e mozzarella

Devo pur far mangiare le verdure alle mie due bestie. Considerando la capacità che hanno di scartare la verdura come un calciatore, devo dire...
- Advertisement -

More Recipes Like This