Panini di Semola ai semi di papavero e paprika affumicata

DA PROVARE!

Il profumo del pane è un ricordo che fa parte del nostro cervello da quando una donna (perchè secondo me, chi poteva produrre un risultato così meraviglioso e affascinante?) ha capito che mescolando acqua e farina si creava un impasto appiccicoso e soprattutto delizioso, una volta cotto sul fuoco.

Panini alla semola, semi di papavero e paprika affumicata_imangy

Sto imparando col tempo ad apprezzare farine diverse, nella texture, nella resa finale e nella consistenza che crea a contatto con acqua e olio.

Quando Molino Bongermino mi ha regalato questa farina per PASTA inizialmente ho pensato alla pasta fresca. Poi ho virato verso questi panini ai semi di papavero e paprika affumicata perchè la semola che ho scoperto tra le mani mi ha chiamata in realtà alla bellezza del pane alla semola, tipico della zona pugliese.

Panini alla semola, semi di papavero e paprika affumicata_imangy

Forse qui in Veneto non avremo la stessa buona aria di mare che hanno in Puglia dove crescono dei grani stupendi, che il Molino Bongermino gestisce “a filiera punto zero” garantendo la tracciabilità totale del prodotto, ma impastare con queste farine mi fa viaggiare fin lì, a Laterza, in provincia di Taranto.

Venite in viaggio con me, allora?

INGREDIENTI (24 palline da 50 g l’una)

PROCEDIMENTO

  1. In planetaria o in un’ampia ciotola, mescolare le due farine con le mani, strofinando un po’ con i polpastrelli (fidatevi, relax garantito, altro che yoga).
  2. Sciogliere il lievito o la pasta madre nell’acqua tiepida e nel latte uniti insieme e introdurre l’acqua nella planetaria dotata di gancio per impasti lievitati.
  3. Quando l’impasto sarà abbastanza omogeneo e inizierà a staccarsi dalle pareti ( ci vorranno 8-10 minuti) aggiungere l’olio a filo mantenendo la planetaria a velocità media. Lasciare impastare per altri 5 minuti e terminare con il sale, i semi di papavero e la paprika affumicata che donerà all’impasto un bel colore lievemente aranciato.
  4. Mettere a lievitare in un luogo caldo, idealmente a 30°, anche dentro il forno con un bicchiere di acqua bollente rovesciato sul fondo del forno.
  5. Dopo 2 ore, stendere l’impasto e tagliatelo con un tarocco o tagliapasta in palline da 50 g l’una (a me sono venute circa 24 palline circa). Roteate le palline “pirlandole“, cioè arrotolandole su se stesse schiacciandole leggermente finchè non raggiungeranno una forma perfettamente tonda, con la parte superiore che “spinge in sù”.
  6. Disporre le palline su due placche da forno ricoperte di carta e ungerle leggermente con dell’olio. Lasciare lievitare un’ora e mezza con le stesse modalità della prima lievitazione.
  7. Una volta lievitate, cuocere a 180° per 20 minuti, fino a doratura.
    A metà cottura, scambiare le teglie del forno per evitare che si brucino i panini.
  8. Estrarre le teglie e lasciare svaporare un pochino prima di consumarli.

Potete usarli come pane per mini-burgher oppure da farcire con formaggi e affettati per un buffet.

Panini alla semola, semi di papavero e paprika affumicata_imangy

Vi invito a scoprire tutta la linea delle farine di Molino Bongermino perchè “in una filiera virtuosa è fondamentale valorizzare il lavoro effettuato da tutti gli attori dando la possibilità ai nostri consumatori di conoscere la storia dei prodotti che acquistano“.

Panini alla semola, semi di papavero e paprika affumicata_imangy

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

ULTIME RICETTE

- Advertisement -spot_img

More Recipes Like This