Torta all’uva nera e sambuco

DA PROVARE!

Eccoci arrivati al tempo dell’estate che ci apre alle porte dell’autunno: la vendemmia.

Ricordo la vendemmia come un rito di ritrovo famigliare emozionante: i “grandi” che tagliavano i grappoli d’uva dal vigneto e noi “piccoli” che facevamo a gara per chi dovesse guidare il trattore a fine giornata (andando a 2km/h per consentire di caricare le cassette gialle).

 

In ricordo di quel ritrovo gioioso, che aveva il sapore acido di qualche chicco d’uva ma la dolcezza di un tempo che non tornerà più, ho pensato a questa torta semplice, rustica, con l’intento di celebrare uno degli elementi più affascinanti e sensuali che ci ha donato la natura e che l’uomo ha sapientemente saputo trasformare: l’uva.

Torta all'uva nera e sambuco

Quella stessa capacità dell’uomo di trasformare (in meglio) la natura risiede nella trasformazione del grano in farina. La farina che ho usato per questo scrigno di ricordi e ricotta, mi è stato donato da Maria e Pasquale, di Molino Bongermino.

E si sa, in un impasto a base di farina, è la farina che fa la differenza per la consistanza finale della torta! Grani italiani, filiera corta, macinatura gentile = risultato della torta garantito.
Sotto trovate la ricetta. Un profumo inebriante vi aspetta!

Molino Bongermino_Torta all'uva nera e sambuco

INGREDIENTI (torta rotonda, stampo da 22 cm)

Per l’impasto della torta

  • 4 uova
  • 220 g di zucchero
  • 120 g di burro morbido
  • 125 g di ricotta
  • 16 g di lievito per dolci
  • 345 g di farina per DOLCI Molino Bongermino
  • 60 g di sciroppo di sambuco
  • 200 g di uva nera senza semi
  • una presa di sale

Per la crema di finitura

  • 200 g di formaggio spalmabile, tipo Philadelphia o Robiola
  • 100 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 10-15 chicchi d’uva

Molino Bongermino_Torta all'uva nera e sambuco

PROCEDIMENTO

  1. Montare il burro morbido con lo zucchero per circa 5-6 minuti a velocità alta; fino ad ottenere un composto montato, bianco e cremoso.
  2. Aggiungere le uova una alla volta, attentendo che la precedente sia stata assorbita dall’impasto prima di aggiungere la successiva.
  3. Inserire la ricotta mescolando per qualche minuto e, a filo, introdurre lo sciroppo di sambuco (cercate una varietà densa e prodotta dalle zone del Sudtirol, se possibile).
  4. Una volta amalgamato l’impasto, aggiungere la farina Mongermino per DOLCI (ha una consistenza liscia e non necessita di essere setacciata, quindi grumi!). Introdurre poi il lievito setacciato e un bel pizzico di sale. Amalgamare bene il tutto.
  5. Imburrare uno stampo e ricoprire il fondo con della carta forno.
    Versare i chicchi d’uva sul fondo della torta e ricoprire con l’impasto.
    Cuocere a 175° in forno statico per 50 minuti.
  6. Terminata la cottura, sfornare la torta e dopo 10 minuti di raffreddamento, passare la lama di un coltello intorno alla circonferenza interna della torta per staccarla dalle pareti e poi capovolgere la torta sopra un’alzatina. Sfilare la tortiera e lasciare la torta ad intipiedirsi.
  7. Mentre la torta si raffredda, preparare la crema montando la panna montata con lo zucchero a velo. Aggiungerla poi al philadelphia e montare insieme per pochi secondi. Guarnire con la torta con i chicchi d’uva.

Molino Bongermino_Torta all'uva nera e sambucoMolino Bongermino_Torta all'uva nera e sambuco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

ULTIME RICETTE

- Advertisement -spot_img

More Recipes Like This